Ultimo numero

Il Cantonetto, dicembre 2021, N. 2
 

Il numero che chiude l’annata 2021 attraversa numerosi ambiti della storia culturale del territorio ticinese: temi d’arte e d’archittetura, lingua, letteratura, storia… Il pezzo forte è costituito dall’apertura, dedicata a una storica villa d’impianto classicheggiante sulle rive di un lago di Lugano, a Castagnola: Villa Favorita. Si tratta di un edificio ben conosciuto dai ticinesi, che ancora ricordano la stagione delle grandi mostre d’arte organizzate nei decenni scorsi nell’annessa Pinacoteca dall’antico proprietario, il barone Thyssen-Bornemisza. Edificata alla fine del Seicento da un landfogto urano che governava il baliaggio di Lugano, la villa e tutto il comparto di quel tratto di lago hanno subito trasformazioni ad opera dei diversi proprietari che si sono avvicendati nel corso dei secoli, fino all’attuale conformazione intervenuta nella prima metà del Novecento, come si spiega in un contributo splendidamente illustrato che ne ripercorre la storia per la prima volta in maniera complessiva. Altri articoli compresi nella rivista trattano invece di romanzi recenti di due nostri scrittori, Paolo Di Stefano e Renato Martinoni; e tra gli altri contributi presenti, si segnalano un ricordo dedicato al popolare giornalista luganese Giuseppe Biscossa nel centenario della nascita, oltre ad una rievocazione dedicata agli esuli italiani a Lugano nella stagione risorgimentale. Chiude il fascicolo una nutrita sezione di recensioni librarie.

 

SOMMARIO

 

KATJA BIGGER, GIULIO FOLETTI, Una ‘villa deliciarum’ sul lago di Lugano. Appunti per una storia di Villa Favorita e del suo parco a Castagnola, p. 1.

GILBERTO LONARDI, Un io che ascolta. Per ‘Noi’ di Paolo Di Stefano, p. 33. 

ORAZIO MARTINETTI, Corsivetto. Paradossi ticinesi, p. 37.

GABRIELE ROSSI, Materiali per una biografia. Giuseppe Biscossa (1920-1995) giornalista di frontiera, p. 38.

MARCO FANTUZZI, Lingua Nostra. Il nipote americano, p. 48.

PIETRO GIBELLINI, Sul più recente romanzo di Renato Martinoni. Antonio Ligabue, fra dolore e arte, p. 52. 

MARCO SAMPIETRO, Un esule italiano a Lugano nel 1848-49. L’ingegner Giuseppe Arrigoni d’Introbio, p. 56.

STEFANO ZUFFI, rec. a EDOARDO VILLATA, 1478, a Year in Leonardo da Vinci’s career [1478, un anno nella vita di Leonardo da Vinci], Newscastle upon Tyne 2021, p. 67.
 
VALERIA BADASCI, rec. a ARIELE MORININI, Il nome e la lingua. Studi e documenti di storia linguistica svizzero italiana, Tübingen 2021, p. 68.
 
FRANCESCO LUISI, rec. a Gioco e impegno dello “scriba”. L’opera di Giovanni Orelli: nuove ricerche e prospettive, Atti del convegno internazionale di studi, Berna 6-7 dicembre 2018, a cura di Giovanna Cordibella e Annetta Ganzoni con la collaborazione di Alessandro Moro, Novara 2020, p. 69.
 
GILBERTO ISELLA, rec. a JEAN SOLDINI, Schiave e minatori. Versi per una scena, Ligornetto 2021, p. 71.
 
MICHELE MORETTI, rec. a GABRIELE ALBERTO QUADRI, On altro móond. Poesie in dialetto, 1975-2018, Locarno 2020, p. 73.
 
RUBEN ROSSELLO, rec. a Collina d’Oro, un viaggio nel tempo, testi di Riccardo Bergossi, Alessandro Soldini, Americo Bottani, Giorgio Cattaneo, Lugano-Pregassona 2021, p. 74.
 
PIETRO NOSETTI, rec. a ANGELO ROSSI, Metamorfosi. Tre saggi sulle trasformazioni che hanno accompagnato lo sviluppo socio-economico secolare del Ticino, Bellinzona 2020, p. 75.
 
EDOARDO AGUSTONI, rec. a “Libro delli Dinari”. Viaggi e affari di Giovanni Domenico Lucchese mastro stuccatore da Melide all’Europa, 1648- 1670, a cura di Jana Zapletalová e Marino Viganò, Bellinzona 2021, p. 76.
 
JESSICA BEFFA, rec. a La rotella ritrovata. Accertamenti sulla battaglia di Giornico del 1478 e sul suo bottino, a cura di Paolo Ostinelli e Francesca Luisoni, Bellinzona 2021, p. 78.
 
ANGELO ROSSI, rec. a ORAZIO MARTINETTI, Il Ticino sottosopra. Unioni e divisioni all’ombra del Ceneri, Locarno 2021, p. 80.
 
ANDREA JAHN, rec. a “Fogli”, Rivista dell’Associazione Biblioteca Salita dei Frati di Lugano, 42/2021, p. 82.